a sua immagine.


LA TELENOVELA

finanziaria del Milan continua, anche se si è tracciata una linea ben più definita con l’acquisizione del pacchetto societario da parte del fondo statunitense ELLIOT di proprietà dell’imprenditore Paul Elliot Singer, noto in tutto il mondo per essere uno speculatore senza scrupoli.

UN PASSO INDIETRO
Ma perchè tutto questo casino attorno al Milan, il presidente è un certo Berlusconi che nella sua “limpida” gestione al momento di vendere cerca degli acquirenti in linea con la sua mentalità finanziaria, e il broker finanziario cinese Yonghong li fa al caso suo.La cifra è da capogiro si parla di 740 milioni di euro compresi i 220 di debiti.Berlusconi si dichiara soddisfatto e assicura i tifosi del buon affare,ma da subito la gestione cinese mostra una certa latitanza economica, tanto da far pensare ad una manovra di pulizia di denaro in perfetto stile Berlusconiano.

INDAGINE UEFA

La Uefa annusa che c’è del poco chiaro nella gestione del Milan, per quel che gli compete esclude il club dalle competizioni internazionali affinchè non viene chiarita la sua posizione finanziaria.Ma! arrivano i “patrioti” dal nome di Paolo Scaroni che viene insignito dell’incarico di presidente amministratore dalla nuova società che con le dovute maniere esercita la “giusta” pressione agli organismi del Tas di Losanna https://youtu.be/BIPfxj-010Q che riammette la squadra alle coppe europee, e così da inizio al recupero finanziario investito..

CHI CI RIMETTE
molto evidente che a rimetterci sono i tifosi e se vogliamo anche il calcio italiano,perchè il milan fa parte di quella scuola calcistica di primo piano in italia, dove sono nati e cresciuti molti campioni che hanno fatto la storia del nostro calcio, Baresi e Maldini per citarne alcuni.Adesso invece si respira aria di fuggi fuggi generale, che fa pensare a poco di buono per il futuro..Arrivederci..

Precedente la dignità che verrà Successivo pulcino pio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.