Crea sito

Covid: Il vaccino che verrà..

Che vaccino sarà?

La corsa al vaccino del secolo è iniziata, tutto il mondo farmaceutico, tra Stati Uniti, Europa, e paesi Asiatici, si sfidano in una corsa contro il tempo, per trovare la “pozione magica” da iniettare alla popolazione. Ma tra annunci e proclami, il vaccino sicuro sembra ancora lontano.

il vaccino che verrà, mondilumondoblog

La Pfizer inc. è un’azienda farmaceutica statunitense, ed è la più grande società nel settore della ricerca, è stata lei in collaborazione con la Biontech ad annunciare il primo vaccino anticovid, con efficacia al 90%. A ruota è arrivata Moderna, anche questa azienda ha sede negli Stati Uniti, che dichiara che il suo vaccino ha un’efficacia al 95%.Ma altre società si mettono in fila con il proprio vaccino, si tratta della anglosvedese AstraZeneca, la Francese Sanofi, e la Belga Jansenn.Anche i russi hanno annunciato di avere un loro vaccino, sviluppato nei loro centri di ricerca epidemiologica Nicolai Gamaleya.Ecco l’elenco dei vaccini fino ad ora “approvati”.

• Sputnik V: il vaccino russo efficace oltre il 95% a 42 giorni dalla prima dose
• 
AZD1222: il vaccino di AstraZeneca efficace in media al 70%
• ChAdOx1 nCoV-19: sicurezza e immunogenicità in giovani adulti e anziani
• 
BNT162b2, vaccino Pfizer e BioNTech: pubblicati i risultati dello studio di fase 3 e annuncio della conclusione
• mRNA-1273
 di Moderna: efficacia al 94,5% in fase 3


Mentre questo è l’elenco dei farmaci/terapie attualmente utilizzati per curare i malati di covid19

• Plasma iperimmune: studio italiano sui donatori (24 nov)
• Tocilizumab: trial Remap-Cap (17 nov)
• Idrossiclorichina
: scarsi benefici come prevenzione (14 e 5 nov)
• Remdesivir
: OMS raccomanda di non utilizzare farmaco nei pazienti ospedalizzati (20 nov)
• Interferone
 (SNG001) inalato contro il coronavirus in UK (12 nov)
• Anticorpi
: Bamlanivimab (11 nov); riduzione della carica virale (28 ott)
• Baricitinib
: terapia promettente nei pazienti con polmonite moderata (30 ott)
• Desametasone 
in pazienti ospedalizzati (27 ott)

Ian Lipkin

Ma a raffreddare i già fragili entusiasmi ci pensa il professore statunitense Ian Lipkin, uno dei più esperti “cacciatori” di virus del mondo, avendone già scoperti più di 1500, che dichiara: Il virus non sparirà, finiremo la nostra vita con questo virus.Dovremo vaccinare i nuovi nati per sempre e probabilmente dovremo fare dei richiami a quelli già vaccinati. Non penso che la vita tornerà ad essere del tutto normale’.Una bella prospettiva non cè che dire.

L’anno che verrà, o meglio il vaccino che verrà, è il pensiero comune che più ci fa sperare in questo momento, visto che tutti noi attendiamo con grande trepidazione che questo maledetto 2020 finisca in fretta..

un vaccino sicuro per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.