Evasione legale

evasione legale! non si tratta dell’ora ovviamente, ma del rapporto con il fisco degli Italiani. L’Italia è uno dei paesi Europei dove si evade di più , e questo la dice lunga sul rapporto con le tasse dei nostri concittadini.Evadere il fisco è un dovere morale dunque , al bando chi si permette di punire chi lo esercita.

numeri importanti, si parla di ben 181 miliardi il totale dell’evasione tributaria. La fa da padrone l’IRPEF, con i suoi 40 miliardi. seguita dall’ IVA con quasi 38 miliardi.Le aziende riescono a nascondere al fisco circa 15 miliardi divisi tra IRES (imposta reddito societario) circa 8 miliardi, e IRAP ( imposta regionale sulle attività produttive).Se poi aggiungiamo i 5 miliardi di mancato pagamento dell’IMU,e i 1,5 milioni sui prodotti energetici, ci accorgiamo che l’evasione è ben esercitata in tutti i settori.

anno 2019. Nei primi 6 mesi si è registrato un aumento dell’evasione, le regioni del nord, la fanno da padrone, anche per la maggior industrializzazione, ma anche il sud d’Italia mostra un crescendo di tendenza.https://notizie.tiscali.it/

evasione legale

la crisi che attanaglia l’economia mondiale da almeno 10 anno (2008) può essere una delle “scusanti” di questo crescendo di evasione. Molte aziende per pura sopravvivenza hanno aumentato il lavoro in nero, dal 2009 ad oggi in Italia chiudono ben 53 imprese al giorno.

il governo in carica ha dichiarato “guerra” agli evasori fiscali. Per scongiurare l’aumento dell’iva al 25% dal 2020 e al 26% dal 2021 (clausole di salvaguardia introdotte da governo Berlusconi con Lega e Meloni nel 2011) ha dovuto “trovare” quei 23 miliardi di buco. E’ chiaro che l’ammontare dei miliardi di evasione delle tasse balza all’occhio del governo, che si vede “giustamente” costretto, a mettere in campo delle misure anti evasione tanto indigeste agli Italiani, che prontamente lo hanno bastonato alle ultime elezioni regionali in Umbria.

è chiaro che non c’è un sistema più antidemocratico dell’evasione delle tasse come giustificazione della crisi, e non solo. Ecco che l’attuale governo cerca modernizzando i sistemi di pagamento (elettronico) e riducendo il contante libero, di riequilibrare le entrate.Uno sforzo lo dovrà fare anche sulla spesa pubblica/stato, che come è risaputo, anche li non siamo dei santi.

Precedente Lo stivale nero Successivo La radio tax

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.