IL CIBO DEL FUTURO : insetti per tutti

Il nostro pianeta è alle corde da molto tempo, i cambiamenti climatici ce lo stanno dimostrando, e di conseguenza anche la produzione agricola per la nostra alimentazione ne sta risentendo pesantemente. Ecco che si propone per la nostra dieta cara all’ambiente il “cibo del futuro” a base di insetti.

Si prevede che :

Nel 2050 saremo più di 9 miliardi di persone, vivremo su un pianeta con risorse sempre più scarse, meno terre coltivabili a disposizione, inquinamento delle acque, deforestazioni provocate dal pascolo e surriscaldamento del clima globale.

Come far fronte a una tale situazione, senza contare che già attualmente 800 milioni di persone soffrono la fame?

Gli insetti sono una delle possibili risposte che da qualche tempo circolano fra gli esperti alimentaristi e nutrizionisti di tutto il mondo.

Al di là delle (doverose) riflessioni sulla food equity e lo spreco alimentare, secondo la FAO più di 2 miliardi di persone fanno già uso di insetti per fini alimentari e le specie commestibili in commercio sono oltre 1.900.

L’Europa ancora non ha autorizzato la vendita di insetti, ma negli ultimi mesi qualcosa si è mosso.

Ecco un menù a base di insetti :

Tarantola in pastella : il famoso ragno va servito ricoperto di pastella e insaporito con un po’ di peperoncino. Da notare più è grande, più porzioni si possono fare.

Formaggio con le larve. I vermi nel formaggio sono un classico della tradizione casearia. L’esempio italiano più caratteristico è il Casu Marzu tipico della Sardegna.

Zuppa di maggiolini :  È un’antica ricetta francese che sta tornando prepotentemente di moda: i maggiolini sono fonte di ferro e magnesio.

Risotto alle blatte. Avviso: solo per stomaci forti. Il condimento principale del riso bianco al burro sono gli scarafaggi.

Spiedini con grilli. Senza farsi beccare, si può infilarli nei vassoi di portata di una grigliata di carne.

Cavallette fritte saltate con verdura. In una padella grande e in olio abbondante si friggono le cavallette (se si tagliano in pezzi piccoli passano quasi inosservate) e a meta della cottura si aggiungono peperoni, zucchine melanzane e cipolle.

Biscotti ai vermi e cioccolato bianco. Chi trova i vermi in un biscotto, di solito butta l’intero pacchetto. Forse perché non ha provato quelli alle larve, amalgamate a una bella dose di burro, vaniglia e cioccolato bianco, per una merenda diversa dal solito.

Formiche tostate. Di tutti modi per mangiare gli insetti, questo è forse il più simile alle nostre abitudini alimentari. In Colombia e in altri Paesi caraibici, le hormigas culonas (“formiche dal sedere grosso) si tostano come se fossero noccioline e si vendono in buste, come se fossero popcorn.

Vi ho fatto venire l’acquolina in bocca vero?

buon appetito?

Novel food, è così che viene definita questa nuova frontiera culinaria, che personalmente lascio volentieri ad altri. Chi invece non resiste a queste nuove prelibatezze, ci sono molti ristoranti che propongo piatti a base di insetti. https://www.insetticongusto.com/ristoranti-insetti/

Un buon piatto di spaghetti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.