il dado è tratto

LE PENSIONI D’ORO
Il contratto di governo prevedeva il taglio delle pensioni al di sopra dei 5000 mila euro mensili, mentre i 5 stelle spingevano per abbassare la soglia a 3.500 euro, la lega opponendosi ha così prodotto una quota intermedia a 4500 euro.leggi qui

UN COMPROMESSO
dunque che colpirà circa 30.000 persone, che così vedranno una riduzione della pensione per un massimo del 23% e una media dello 0,8%, per risparmio di 1 miliardo di euro in tre anni.Tale cifra servirà per aumentare le pensioni minime che passeranno da 507 a 780 euro

UN BUON INIZIO
Il dado è tratto, così da confermare le promesse fatte, ma è chiaro che la soglia non fa giustizia, perchè se dobbiamo ricalcolare le pensioni con il metodo contributivo,(contributi realmente versati) le dovremmo prendere per mano tutte,(non solo quelle da una certa cifra in su), senza farsi prendere da moralismi o paure di “impoverire” una platea maggiore.
.Ci accontentiamo,Sperando che questo se vogliamo storico taglio abbia un seguito, perchè il mondo dei privilegi non giustificati in Italia è molto vasto…

Precedente il monaco di monza Successivo a star is born

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.