Il reggae patrimonio dell’umanità



IL REGGAE

L’Unesco, il comitato dell’organizzazione delle nazioni unite per l’educazione,la scienza e la cultura ha dichiarato che il genere musicale Giamaicano conosciuto come reggae, patrimonio immateriale dell’umanità per aver contribuito al dibattito internazionale, su ingiustizia, resistenza, amore e umanità.

BOB MARLEY
Robert Nesta Marley (1945-1981)il più grande rappresentante di questo genere musicale, colui che fece conoscere il reggae in tutto il mondo. Le sue canzoni sono le più cantate e ascoltate in tutto il pianeta.

EDDY GRANT
Il cantante Guyanese naturalizzato britannico ebbe un grande successo con la canzone Gimme Hope Jo’anna del 1988, brano contro il regime sudafricano dell’apartheid,il nome jo’anna era riferito a Johannesburg, città appunto del sudafrica.

ITALIA
Anche il nostro paese è ben rappresentato da questo genere musicale, uno dei gruppi capostipiti sono gli Africa Unite,gruppo di Pinerolo (Torino) nato nel 1981 sotto la giuda del cantante Bunna e il musicista Madaski Uno dei loro grandi successi è la canzone contro la guerra il partigiano John .

PITURA FRESKA

Altro gruppo storico sono i veneti (veneziani) Pitura Freska nati nel 1978 e scioltosi 2002. Ebbero un grande successo in Italia, il loro inconfondibile stile erano i testi in lingua dialettale, una novità per il genere, copiata poi da altri gruppi in Italia.Il brano Papa Nero fu presentato a Sanremo, il festival della canzone Italiana.

EMERGENTI
Gruppo emergente che si è già distinto sono i Friulani (pordenone) Mellow Mood nati nel 2005, fanno a capo ai due gemelli Garzia il video della canzone Dance inna Babylon ha raggiunto i 50 milioni di visualizzazioni un record per il genere in Italia.

Senza voler dimenticare i Pugliesi SUD SOUND SYSTEM e il siciliano ALBOROSIE auguro a tutti Buon Reggae!

Precedente Va pensiero Successivo matrimonio all'italiana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.