La Lombardia siamo noi: il tridente

Maroni e Fontana

La Lombardia siamo noi, sembrano dirci gli ultimi tre governatori ,(in ordine cronologico) di questa regione.Roberto Formigoni (pdl) Roberto Maroni (lega) e l’attuale Attilio Fontana sempre LEGA. Un modello, un vanto come sembrerebbe. Invece hanno mostrato solo la solita abilita nel manovrare grosse somme di denaro tra parenti e amici. Un “tridente” di tutto rispetto non c’è che dire.

Roberto Formigoni 2008.jpg

Roberto Formigoni
(1947– )22 aprile199516 aprile2000Cristiani Democratici Uniti
Forza Italia
Il Popolo della Libertà[1]Formigoni IFIANCCDCDUVI
(1995)16 aprile20005 aprile2005Formigoni IIFILNANUDCPPVII
(2000)5 aprile200521 aprile2010Formigoni IIIFILNANUDCVIII
(2005)21 aprile201018 marzo2013[2]Formigoni IVPdLLNIX
(2010)9

Roberto Maroni, Premio lotta alla mafia, 2010.jpg

Roberto Maroni
(1955– )18 marzo201326 marzo2018Lega NordMaroniLNPdLFdIPPX
(2013)10

Attilio Fontana 2019.jpg

Attilio Fontana
(1952– )26 marzo2018in caricaLega NordFontanaLNFIFdINcI-UDCEpIXI
(2018)

E se per Formigoni e Maroni è già stato detto e documentato tutto, per l’attuale presidente Fontana sembrano esserci dei buoni indizi di continuità,andando a vedere gli ultimi scandali che sono venuti a galla durante la sua gestione della emergenza covid .https://ciaovecio64.altervista.org/smoking-a-righe/

Giulio Gallera

Rsa. Una strage annunciata, quella di trasferire i malati covid nelle residenze sanitarie assistenziali per anziani. Oltre alla fragilità fisica dei ricoverati, e perciò ad elevatissimo rischio contagio,queste strutture non avevano, e non hanno gli strumenti sia per curare che per fare prevenzione. La regia di tutto questo fu affidata all’assessorato al Welfare della regione guidato da Giulio Gallera, quello del “Indice di contagio 0,51 cosa vuol dire: vuol dire che per infettare me bisogna trovare due persone nello stesso momento infette”.

aria di casa mia, si potrebbe intonare, per descrivere l’ultimo scandalo in ordine di tempo che ha riguardato la gestione del signor Fontana. Un acquisto di camici per un ammontare di 513 mila euro, tramite ARIA SPA (azienda regionale) a favore dell’azienda DAMA di proprietà del cognato, e dove la moglie del buon Attilio detiene il 10% di quote azionarie.

Arriva puntuale la smentita,e a seguire la querela nei confronti della trasmissione REPORT,perchè a loro dire quella era una “donazione” non una vendita. Noi cittadini invece ci difendiamo pensando a quel modo di dire che fa ” a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina”. Saluti…

Precedente Jarabedepalo: il nuovo album Successivo Alberto Sordi : Io so io e voi non siete un ...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.