prima gli italiani

Ritorna l’educazione civica nelle scuole. A partire dal prossimo anno scolastico verrà dato spazio all’ora di insegnamento della costituzione italiana,del rispetto dei beni pubblici, e la disciplina nell’uso del digitale.In tutto saranno 33 ore di lezione all’anno.

LA POLEMICA

Mentre tutti gridano “finalmente” gli addetti ai lavori (insegnanti) sono sul piede di guerra perchè dovranno ricavare dalle ore ordinarie lo spazio da dedicare alla “nuova” materia.https://www.corriere.it/scuola/medie/

BASTA NOTE

La nuova legge prevede anche l’abolizione delle note sul registro e sanzioni alle elementari,che così va a superare gli articoli dal 412 al 414 del Regio Decreto del 1928, introducendo il patto di corresponsabilità,(genitori) che attualmente vige solo nella scuola secondaria.

EDUCAZIONE CIVICA

Siamo nel 2019 e tutti a lisciarsi il pelo per la reintroduzione della lezione di educazione civica (Salvini in primis ). La legge già esisteva, era stata introdotta nel 1958 da Aldo Moro. Siamo tutti d’accordo che qualcosa andava rivisto,sopratutto perchè i tempi cambiano, la tecnologia è entrata nella nostra vita quotidiana, e l’uso consapevole e disciplinato di questa è fondamentale.Ma non scarichiamo tutto nella scuola, i fatti di cronaca anche recenti che riguardano i minori, sono frutto di un’incuria istituzionale generale.L’indifferenza sociale e la mancanza di punizioni severe e durature per chi commette reati di violenza o bullismo è un problema pesante e cresciuto nel tempo.

PRIMA GLI ITALIANI

Certo fa un certo effetto sentire parlare di educazione civica, quando si sentono questi slogan.Certamente chi fa politica usa le sue armi, guardando la società attuale e i suoi malesseri.Ma non si può pretendere di insegnare le buone regole civiche, se poi per primeggiare si usano mezzi e termini discriminanti.Forse adesso per qualcuno ritornare a scuola sarebbe una buona occasione per un ripasso civico!

educazione civica

Precedente l'Italia del Tennis mondiale Successivo io sono io

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.