Spiagge: dipinte di blu

L’ambita bandiera blu
dipinte di blu
FEE

La FEE (Foundation for Environmental Education) è un’organizzazione internazionale fondata nel 1981 con sede in Danimarca, che ha come obbiettivo la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione e informazione per la sostenibilità del nostro ambiente.La FEE Italia onlus nata nel 1987 ha il compito di assegnare la tanto ambita bandiera blu alle nostre spiagge.

Quest’anno nella nostra Italia le spiagge premiate sono ben 416, 9 in più rispetto all’anno scorso, con la regione Liguria a fare da leader, segue la Campania con 19 Bandiere con un nuovo ingresso ma anche un’uscita, la Toscana  scende a 17 Bandiere con tre uscite. Raggiunge i 17 riconoscimenti  anche la Puglia, con tre nuovi ingressi e un’uscita. Le Marche salgono a 16, con un nuovo ingresso. Anche la Calabria va a quota 15 con due  nuovi ingressi e un’uscita, mentre la Sardegna riconferma le sue 14  località (con un nuovo ingresso e un’uscita). L’Abruzzo sale a 13 con tre nuovi ingressi, il Lazio arriva a 11 con  due nuovi Comuni. Rimangono invariate le 10 bandiere del Trentino Alto Adige, a 10 sale anche la Sicilia con due new entry. Sono riconfermate le 9 Bandiere del Veneto, così come le 7 località dell’Emilia Romagna. La Basilicata conferma le sue 5 località; si registrano due uscite in  Piemonte che ottiene 2 Bandiere; il Friuli Venezia Giulia conferma le  2 dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera, anche la  Lombardia conferma 1 Bandiera blu. Complessivamente, quest’anno le  Bandiere sui laghi scendono a 16, con due uscite.

nel blu dipinto di blu…

I criteri per ottenere il riconoscimento bandiera blu sono 33, suddivisi in ,educazione ambientale e informazione, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi, e sicurezza.http://www.bandierablu.org

Spiagge dipinte di blu. Diciamocelo il nostro paese ha bisogno del turismo come il pane, e queste notizie non possono che farci piacere. La pandemia ha rallentato tutto e forse il nostro ambiente ne ha giovato, adesso che sembra che pian piano si ritorni a vivere normalmente, sta dunque a noi essere disciplinati con le nostre spiagge e mantenere se non migliorare i risultati ottenuti.https://ciaovecio64.altervista.org/tutti-al-mare-2/

mascherine buttate in mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.