La faccia d’angelo

Lara Comi

Lara Comi la faccina pulita di Forza Italia, si perchè forse l’unica dell’harem berlusconiano a non usare il bisturi estetico.Lei europarlamentare classe 1983 però non si distingue dall’essere della stessa pasta quando si tratta di finanziamenti illeciti, li lo stile si ricompatta.

L’ACCUSA

Il neo ciclone tangenti colpisce anche lei, che la giovane età e quell’aria da “faccia d’angelo” la potrebbe far sembrare quella ragazza della porta accanto tanto gentile ed educata.Ma purtroppo le cose non stanno così, sembra che abbia ricevuto dei finanziamenti illeciti (31 mila euro) dal presidente di confindustria lombarda Marco Bonometti,mascherati sotto forma di acquisto di una tesi di laurea facilmente reperibile on line.https://tg24.sky.it/cronaca/2019/05/15/lara-comi-indagata.html

LA DIFESA

Lei ovviamente si dichiara estranea ai fatti, ma il fatto che militi in Forza Italia non lascia per niente sconcertati di queste accuse.

Che sconcerta però, è il fatto che il Partito di Silvio Berlusconi goda ancora di un 10% di consenso popolare, il che mi fa anche pensare che sia soltanto l’età avanzata dell’ex cavaliere a frenare un ulteriore consenso, non i molteplici scandali che coinvolgono i suoi militanti.

TANGENTI

Siamo alle porte delle elezioni europee, le tangenti a quanto pare godono di ottima salute.I nuovi scandali ci riportano indietro nel tempo. La speranza che col passare degli anni questo stile di fare affari fosse non dico scomparso ma almeno ridotto, si rivelato una infantile illusione.

IL PAESE DEGLI INDAGATI

La vicenda Comi non lascia indifferente Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, che dichiara apertamente che questa accusa è soltanto un equivoco, e attacca i 5 stelle colpevoli di quella legge che blocca la “presunzione di innocenza” e che un indagato è da considerarsi colpevole fino a sentenza definitiva di assoluzione. Come non essere d’accordo, gli hanno decimato il partito…

“chi mi accusa di tangenti diventa secante”

IL BUON CAPAREZZA

A BUON INTENDITOR
Precedente La tagliata di Fazio Successivo Diego Armando Maradona

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.